favorite
Tags
Podcast
Radio

ZOOM ZEBRA CONTRO I TUMORI NEUROENDOCRINI

Condividi

Milano, 20 aprile 2016 – Il tumore neuroendocrino si combatte con lo sport. ZoomZebra #Run4NET è una corsa solidale promossa da Leone XIII Sport, ideata per raccogliere fondi a favore di NETITALY ONLUS e l’Associazione A.I. NET. Vivere la Speranza ONLUS, due realtà che da decenni operano offrendo sostegno logistico, psicologico e sanitario ai malati di tumore neuroendocrino e alle loro famiglie.  L’appuntamento è per domenica 21 maggio all’Arena Civica di Milano per una maratona non competitiva da 10 km, 5km o 1 km all’interno del Parco Sempione. L’evento, presentato oggi alla stampa a Milano alla presenza degli organizzatori, delle istituzioni e dei numerosi testimonial che aderiscono alla manifestazione, è stato reso possibile grazie al contributo incondizionato di Ipsen, gruppo farmaceutico fortemente impegnato nel trattamento e nella prevenzione di queste forme tumorali. ZoomZebra #Run4net, appuntamento molto atteso a Milano, attirerà l’attenzione del grande pubblico sui  tumori neuroendocrini (NET – Neuro-Endocrine-Tumors), patologie rare ed estremamente complesse, che però grazie alla diagnosi precoce e all’introduzione di nuove terapie consentono una migliore aspettativa di vita.
I tumori neuroendocrini sono un gruppo di patologie insidiose e complesse: non sono esclusivi né del sistema nervoso né dell’apparato endocrino, ma possono colpire una grande varietà di organi. Colpiscono generalmente pazienti tra i 40 e i 60 anni, ma recentemente si cominciano ad osservare casi con età intorno ai 30 – 35 anni. Se volessimo fare una media possiamo comunque dare l’età 40 – 60.  Rispetto al passato l’aspettativa di vita è migliorata, anche se molto dipende da quanto è precoce la diagnosi e la prognosi può cambiare secondo lo specifico tipo di NET. Per questo motivo è fondamentale parlare di tumori neuroendocrini, anche attraverso manifestazioni che riscuotono larga partecipazione come la #Run4NET, che si correrà a Milano il 21 maggio, grazie all’impegno delle associazioni di pazienti, sempre in prima linea sul fronte congiunto dell’informazione e della divulgazione. Grazie alla forza e ai valori dello sport sarà quindi possibile raggiungere e coinvolgere un pubblico numeroso, vario e diversificato, toccando tanti ambiti e tante fasce d’età. “Ipsen è da sempre impegnata, attraverso la propria ricerca clinica, nello sviluppo di soluzioni terapeutiche innovative ed in grado di risolvere i bisogni del paziente. Questo anche attraverso un dialogo continuo con le associazioni pazienti che svolgono un ruolo fondamentale nel percorso cura e di sostegno al paziente e alla sua famiglia” –afferma il Dott. Thibaud Eckenschwiller, Presidente ed Amministratore Delegato di Ipsen S.p.A. Da sempre la Leone XIII Sport promuove iniziative solidali – ha spiegato Roberto Nardio, Direttore Generale della Leone XIII Sport e Responsabile del Comitato Promotore ZoomZebra –  legate a grandi manifestazioni sportive. Perché lo sport fa bene e può fare del bene a chi è meno fortunato. ZoomZebra nasce con l’obiettivo di coinvolgere i ragazzi in una manifestazione solidale che li veda protagonisti. Per questo motivo sono stati coinvolti in tutte le fasi del progetto alle quali hanno risposto con grande entusiasmo”. “Siamo orgogliosi di essere a fianco di questa iniziativa – ha dichiarato l’Assessore allo Sport del Comune di Milano, Chiara Biscontiche unisce sport e solidarietà. Milano, diventata in questi anni capitale italiana del running, è una città capace di grande generosità, ama agire di slancio. Correre è la pratica sportiva più democratica che esista, correre con gli altri è ancora più bello. Ma correre insieme per fare del bene acquista un valore speciale e particolare. Siamo con voi per sostenere questa importantissima battaglia”. 

Antonio Rossi, Assessore regionale allo Sport e alle Politiche per i giovani è “da sempre convinto che lo Sport sia uno strumento fantastico per sensibilizzare su temi importanti come quelli affrontati da ZoomZebra #Run4NET”. “Anche questa volta – continua Rossi – grazie ad un’ottima organizzazione lo Sport diventa la leva attraverso la quale esprimere un aiuto concreto. Come Regione siamo sempre pronti a patrocinare e sostenere iniziative che riescono a coniugare i sani valori dello sport con la solidarietà, portando beneficio all’intera collettività”. Il sostegno di Regione Lombardia al progetto è sottolineato anche dalla presenza di Giulio Gallera, Assessore al Reddito di Autonomia e Inclusione Sociale: “Come Assessore all’Inclusione Sociale non potevo mancare a una manifestazione così importante come ZoomZebra #Run4NET che unisce sport, salute e solidarietà. In questi ultimi anni il mondo del running è cresciuto moltissimo, uno sport che trasmette gioia e passione, bene che riesca a veicolare anche messaggi a scopo benefico. Sarebbe molto importante che chi pratica questo sport, ma anche i ragazzi che sono stati coinvolti nel progetto attraverso le scuole e le società sportive, dessero il proprio contributo a una causa così importante come la lotta ai tumori. Conosco molto bene lo spirito solidaristico dei milanesi e dei lombardi, sono certo dunque che la corsa che si terrà tra poco più di un mese sarà un successo in termini di adesioni e di raccolta fondi“. “A.INET Vivere la Speranza Onlus, è impegnata dal 2001 in una azione di supporto alla ricerca scientifica sui Tumori Neuroendocrini (NET) e sulle Neoplasie Endocrine Multiple (MEN), malattie tumorali rare che necessitano di studi e approcci diagnostici e terapeutici mirati, ma sono ancora spesso poco conosciute. – afferma Adele Santini, Presidente di  A.INET Vivere la Speranza Onlus  – “Per questo motivo dal nostro sorgere, accanto al supporto alla ricerca, abbiamo sempre lavorato sul fronte congiunto dell’informazione e della divulgazione. Siamo quindi assolutamente convinti della validità di iniziative come questa, che grazie alla forza e ai valori dello sport sanno raggiungere e coinvolgere un pubblico numeroso, vario e diversificato, toccando tanti ambiti e tante fasce d’età diverse. Con la nostra sede a Montefalco, in Umbria, le nostre sezioni regionali e i membri del nostro comitato scientifico nazionale, siamo presenti in tutta Italia per supportare progetti scientifici internazionali e offrire punti di ascolto ai pazienti. Ogni manifestazione come questa ci consente di avvicinarci alle persone, di portare informazione, di sostenere la lotta alla malattia e di alimentare la speranza che vive in noi.” “L’Associazione Net Italy Onlus si sta allenando per partecipare alla prima grande maratona italiana che vede protagonista la conoscenza di una neoplasia neuroendocrina rara. – afferma Matilde Tursi, Presidente di NETITALY ONLUS – “L’Associazione Net Italy  Onlus, Ass. Italiana Pazienti con Tumori Neuroendocrini, opera in attività di volontariato, inteso come espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo, con l’intento di agire a vantaggio di tutta la collettività, ed ha come scopo quello di promuovere l’educazione sanitaria e l’informazione con riferimento ai tumori neuroendocrini, nonché il sostegno alla persona, nei confronti dell’intera comunità e, in particolare, in favore dei soggetti affetti da tali patologie, favorendo lo sviluppo di studi e ricerche e la divulgazione dei relativi risultati a beneficio della collettività. Partecipare a questa corsa significa sostenere questa divulgazione di informazione, nonché sostegno alla ricerca scientifica. Spero in un numero massiccio di partecipanti, perché per concretizzare tutto ciò: “Abbiamo bisogno di tutti, abbiamo bisogno di te!” Partner di ZoomZebra #Run4NET è la S.S.D. RCS Active Team che ha supportato il Comitato promotore dell’iniziativa nella promozione della corsa solidale. “Tutti i runner possono giocare un ruolo attivo in una grande manifestazione sportiva e la Milano Marathon, con la sua staffetta, è la prova evidente di come lo sport può rappresentare un veicolo importante per la raccolta fondi” – afferma Andrea Trabuio, Direttore di RCS Active Team e della Milano Marathon. “Da sei anni a questa parte infatti il nostro Charity Program consente a tutti i partecipanti di correre per un’organizzazione non-profit (ONP) a scelta, aiutandola a raccogliere fondi da destinare a progetti solidali e a una buona causa. Con una raccolta fondi quantificata in quasi 1 milione di euro nel 2015, infatti, Milano Marathon è attualmente il più rilevante evento sportivo singolo italiano per attività di fundraising”. ©2016 Radio Wellness®