00 : 00
[wp-night-mode-button]
Cibo foto creata da wirestock - it.freepik.com

Mirtilli, frutti della salute, 3 ragioni per averli nella dieta

Raccolti nei boschi: le proprietà dei mirtilli per la nostra salute

Chi, da bambino, non si è mai dedicato alla raccolta dei mirtilli nei boschi delle montagne, in estate? La nostra prima esperienza con questo frutto piccolo e miracoloso è antica, e oggi scopriamo le tante proprietà di questa bacca scura, così buona ed efficace per la nostra salute.

Mirtilli, dove si trovano e che origini hanno

La pianta dei mirtilli appartiene alla famiglia delle Ericacee, sono frutti delle zone montuose europee, e si raccolgono anche in Italia, nelle zone boschifere di Alpi e di Appennini.

Tra le diverse specie del genere Vaccinium, risulta di maggior interesse nutrizionale e, quindi, anche commerciale il mirtillo nero. I maggiori produttori sono gli Stati Uniti d’America, il Canada, la Gran Bretagna e la Francia. Se, dal punto di vista nutrizionale, siano interessanti anche le foglie essiccate, per il contenuto in quercetina, tannini e catechine, il frutto (ossia la bacca) risulta particolarmente studiato per l’elevata presenza di antocianine, più precisamente di mirtillina.

Mirtilli, buoni a colazione e merenda

Le proprietà dei mirtilli per la salute

I pigmenti conferiscono il caratteristico colore scuro, e la struttura chimica che hanno li rende dei potenti antiossidanti, cioè in grado di contrastare lo stress ossidativo all’interno della cellula. Oltre a combattere i radicali liberi, il consumo o l’integrazione di mirtilli aiuta a migliorare la circolazione sanguigna, agendo sulla funzionalità dell’endotelio vascolare, la vista, la salute intestinale attraverso un’azione sulla flora batterica, la sensibilità insulinica abbassando la glicemia ematica.

Maggiormente documentato è l’effetto benefico sul sistema vascolare e trova indicazione nella terapia nutrizionale di molti disturbi circolatori, come fragilità dei capillari, pesantezza degli arti inferiori, vene varicose, emorroidi, flebiti, glaucoma e altro.

Mirtilli, possono essere abbinati a molti cibi

Come e perché i mirtilli aiutano la circolazione

Un nome difficile per un’azione importante: le antocianine, tra le diverse componenti del frutto, risultano le maggiori responsabili del miglioramento della circolazione sanguigna. Ma in che modo esplicano la loro attività? Sostengono il tessuto connettivo, ricco di collagene, della parete endoteliale dei nostri vasi, conferendo un maggior tono vascolare e un più efficiente scambio di metaboliti tra il sangue e i tessuti irrorati.

Limitano la formazione di radicali liberi, responsabili dell’ossidazione delle molecole di colesterolo LDL, evento realmente responsabile della formazione di placche aterosclerotiche; inibiscono l’aggregazione piastrinica esercitando un effetto antitrombotico; migliorano la funzione dell’endotelio vascolare, ossia del monostrato cellulare della parete interna del sistema vascolare, riducendo la rigidità e la pressione arteriosa.

Hanno un’azione anti-infiammatoria, inibendo la produzione di citochine infiammatorie, e esercitando un effetto anti-aterosclerotico. Alcuni studi hanno riportato che solamente il 2% delle antocianine introdotte con consumo di mirtilli freschi siano riscontrati nel torrente circolatorio, suggerendo che il maggior effetto sia da imputare all’azione dei metaboliti, ossia delle molecole trasformate. È stato riportato da uno studio come l’unica assunzione di 240g di mirtilli neri abbia migliorato la funzione vascolare.

Una buona circolazione fa bene a tutti, ad ogni età: ecco perché sarebbe importante abituare fin da piccoli i bambini ad assumere questi piccoli ma importanti frutti, davvero miracolosi per la salute di ognuno di noi, e in qualsiasi periodo dell’anno.

Quanti mirtilli si possono mangiare ogni giorno

L’assunzione raccomandata di antocianine per migliorare la circolazione sanguigna è di circa 120mg al giorno. Nonostante siano diverse le modalità e le forme di assunzione dei mirtilli neri per ottenere i numerosi effetti benefici elencati sopra, per il miglioramento della circolazione sanguigna si consiglia il consumo di 100-125 ml di succo di mirtillo o, in alternativa, di 300g di frutto fresco al giorno.

Leggi anche il nostro articolo ‘Pressione bassa, 3 cose da sapere’

Redazione

Fonte immagini: Freepik

©2022 – Radio Salute