meningite

24 aprile, Giornata Mondiale Contro la Meningite. Vaccini e informazione sono le prime armi per combatterla

Il 24 aprile ricorre la Giornata Mondiale contro la Meningite. In Italia ogni anno si registrano oltre 1000 casi e nel 2021 sono già 50 dall’inizio dell’anno. Bambini e adolescenti i soggetti più a rischio.

“I genitori non sono adeguatamente informati, non solo sui vaccini, ma anche su come prevenire e curare alcune malattie,  c’è un vuoto di informazione e spesso si ricorre al web, dove non vi è certezza che le informazioni riportate siano corrette” è quanto affermato da Amelia Vitiello, Presidente del Comitato Nazionale contro la meningite, nell’ambito di un incontro in Fondazione Veronesi dedicato alle vaccinazioni, svoltosi a Milano.

Ancora poca informazione dunque su questa malattia che ancora si diffonde nel nostro Paese. Bisogna prendere atto che la meningite è un’infezione potenzialmente letale se non individuata in tempo, una malattia che colpisce all’improvviso con implicazioni molto dolorose che possono causare invalidità permanente. La richiesta da parte degli enti sostenitori delle cure per questa malattia, e in particolare il Comitato Nazionale Contro la Meningite, sono quelle di avviare delle misure precise e puntuali con politiche di informazione, prevenzione e con diagnosi tempestive, il tutto in maniera omogenea in ogni luogo del territorio nazionale.

meningite
Bambini e meningite

Ogni anno in Italia oltre mille persone si ammalano e di queste oltre la metà è colpita dalla forma più grave portata dal meningococco che colpisce soprattutto i bambini piccoli, provocando il decesso nell’8-14% dei pazienti colpiti e lasciando nel 20% dei pazienti sopravvissuti complicanze come problemi neurologici permanenti, sordità e amputazione degli arti. Dei 5 ceppi di questo batterio il B e il C sono i più diffusi in Europa.

Cos’è la meningite e quali sono le cure attualmente?

La meningite è causata da un’infezione delle meningi che rivestono il sistema nervoso centrale: tale infezione può avere provenienza da un batterio, da un fungo o da un virus. I sintomi più comuni sono febbre alta, vomito, sonnolenza e in alcuni casi anche convulsioni e ingrossamento della testa. Su dieci persone che contraggono la malattia, circa una è destinata a morire anche se sottoposta a cure adeguate, mentre su cinque persone che sopravvivono una rischia di restare vittima di disabilità permanenti, quali danni cerebrali, problemi di udito o amputazione di arti.

In un contesto simile, l’unica possibilità di non contrarre la malattia con aggravanti è il vaccino contro il meningococco B che esiste ed è disponibile in Italia.
Il medicinale è stato inserito del prestigioso Premio Galeno Italia 2014 per l’Innovazione del Farmaco. Si tratta del più alto tributo in ambito biomedico e farmacologico conferito nel nostro Paese.

meningite
vaccino

Nonostante ciò, il Comunicato Nazionale contro la Meningite avanza alcune richieste ben precise nell’ottica attuale della situazione presente nel nostro Paese. In particolare, il Comitato richiede:

  • Il potenziamento del sistema di notifica dei casi
  • Campagne informative complete e accurate su tutto il territorio nazionale
  • Innalzamento delle soglie di copertura vaccinale per meningococco e pneumococco fino al 95% in tutte le Regioni
  • Inserimento del nuovo vaccino contro il ceppo B nei piani regionali vaccinali

La campagna lanciata da Comitato Nazionale contro la meningite in occasione della Giornata mondiale 2021

In occasione della Giornata Mondiale contro la Meningite, riparte la Campagna nazionale “Contro la meningite P.U.O.I. fare la differenza” promossa dal Comitato Nazionale contro la Meningite, con il patrocinio di FIMP, SItI, SIMEUP, SIPPS, Assonidi, SIP, IPASVI.

Sono due i servizi che sono stati messi a disposizione del cittadino:

  • Un’applicazione gratuita per smartphone e tablet dal nome “Liberi dalla meningite” per aiutare le mamme e i papà a tenere traccia delle vaccinazioni del proprio bambino, come previste dal Piano Nazionale di prevenzione vaccinale 2012-2014, in particolare quelle contro la meningite. L’App è scaricabile gratuitamente da oggi da Apple Store e Google Play.
  • Un numero verde, 800 090 155, attivo nella settimana dal 24 al 30 Aprile 2014, dalle ore 10:00 alle 18:00, al quale risponderanno esperti pediatri e igienisti. Le mamme potranno così ottenere risposte immediate e puntuali alle loro domande e dubbi sulla malattia, sulla diagnosi precoce e sui vaccini disponibili.

meningite
supporto alle famiglie

Il Comitato Nazionale Contro la Meningite ha inoltre tra le sue finalità istituzionali quello di diffondere lo sviluppo della cultura della prevenzione, oltre che realizzare una rete tra le persone colpite dalla malattia perché possano trovare sostegno nel mettere in comune la loro personale esperienza. Nel sito web del Comitato infatti, si possono trovare alcune storie di bambini che sono stati colpiti dalla malattie, nonché supporto per le famiglie e iniziative dedicate periodicamente attive.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare il sito https://www.liberidallameningite.it/

Leggi anche il nostro articolo dedicato a Pandas Pans, due patologie ancora poco conosciute in Italia

Redazione

Fonte immagini: Pexels

©2021 – Radio Salute®

Articoli Correlati