favorite
Tags
Podcast
Radio
Grasso viscerale

Grasso viscerale, 3 regole per sconfiggere la “pancetta”

Condividi

Nuovo appuntamento con Punto Salute. Parliamo di grasso viscerale, quel tessuto adiposo che si accumula intorno agli organi addominali, come il fegato, il pancreas e l’intestino. Non si tratta solo di un inestetismo ma di un nemico della salute

Nonostante possa sembrare innocuo il grasso che si accumula intorno agli organi interni – ci ricorda  il dott. Francesco Arena, Dietista-Nutrizionista, è un nemico silenzioso della salute, correlato ad una serie di malattie croniche moderne tra cui il diabete di tipo 2,  malattie cardiache e persino alcuni tipi di tumori. 

Ascolta il podcast con il punto di Luigi Cavalieri, direttore di ProfiloSalute

Quando  parliamo di ridurre questo tipo di grasso non si tratta soltanto di una questione estetica ma di promuovere una migliore qualità della vita e prevenire gravi complicazioni mediche.

Non solo un problema estetico

Ecco i consigli dell’esperto:  

1) Evita cibi processati:  alimenti come snack confezionati, cibi fast-food e bevande zuccherate sono spesso ricchi di zuccheri aggiunti e grassi saturi, che possono contribuire all’accumulo di grasso viscerale. Opta invece per alimenti freschi e integrali come frutta, verdura, proteine magre e cereali integrali.

2) Fai attenzione alle dimensioni delle porzioni: anche i cibi sani possono contribuire all’accumulo di grasso viscerale, se consumati in eccesso. Presta attenzione alle dimensioni delle porzioni e impara ad ascoltare il tuo corpo per capire quando sei veramente sazio.

3) Fai attività fisica regolare: l’esercizio fisico è fondamentale per  migliorare la composizione corporea ovvero per aumentare la massa muscolare e ridurre il più possibile il grasso viscerale. Scegli  un’attività che ti piace e che puoi sostenere nel tempo. É importante sottolineare che il grasso viscerale, diverso dal grasso sottocutaneo, che si trova proprio sotto la pelle.

Attività fisica regolare

Anche se può sembrare meno preoccupante esteticamente, il grasso viscerale è associato ad un maggiore rischio di malattie cardiovascolari e metaboliche. Per valutare se è un eccesso di grasso viscerale, puoi fare affidamento su misurazioni come la circonferenza addominale. Per  gli uomini un’area superiore a 102 cm e per le donne oltre 88 cm può essere indicativo di un eccesso di grasso viscerale.

Attenzione ai centimetri

Infine  è importante comprendere che il grasso viscerale non è solo un deposito inerte di energia, ma un tessuto attivo, che produce sostanze infiammatorie chiamate citochine. Queste sostanze possono contribuire all’infiammazione cronica del corpo, che, a sua volta, aumenta il rischio di malattie cardiovascolari, diabete e altri problemi di salute.

In conclusione ridurre il grasso viscerale non è solo una questione di aspetto fisico, ma di salute generale.