bambino che gioca

15 febbraio 2021, XX Giornata mondiale contro il cancro infantile

15 febbraio, Giornata mondiale contro il cancro infantile. Questa è la data scelta dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per informare ogni anno sulle problematiche dei bambini e degli adolescenti con tumore e anche su quelle di chi guarisce e delle famiglie.

In tutto il mondo, le associazioni dei familiari di bambini e adolescenti colpiti dal cancro, unite nel network globale Childhood Cancer International – CCI, danno vita a iniziative scientifiche e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, di sostegno e vicinanza ai bambini, agli adolescenti e alle loro famiglie.

tumori bambini
CCI – Childhood cancer international

L’obiettivo del WHO Global Childhood Cancer Initiative è eliminare tutto il dolore e la sofferenza dei bambini che combattono il cancro e raggiungere almeno il 60% di sopravvivenza per tutti i bambini con diagnosi di cancro in tutto il mondo entro il 2030.

Ciò rappresenta un raddoppio approssimativo dell’attuale tasso di guarigione e salverà la vita di un milione di bambini in più nel prossimo decennio.

Il CCI, a livello mondiale, ha posto l’attenzione anche sul fatto che in molti Paesi a basso reddito alla difficoltà di accedere alle cure si aggiunge la quasi totale disattenzione al dolore.

Il cancro infantile nel mondo

Il cancro nei bambini e negli adolescenti è una malattia curabile, ma continua a essere la principale causa di morte nei pazienti pediatrici, dopo le malattie infettive. A livello mondiale ogni anno a più di 400.000 bambini e adolescenti sotto i 20 anni viene diagnosticato un cancro.

Circa l’80% dei malati pediatrici vive nei Paesi a basso reddito e l’80% di loro muore di cancro, perché non avrà una diagnosi corretta, né possibilità di cura. Più di 100.000 malati ogni anno potrebbero guarire se anche a loro fosse garantita una tempestiva diagnosi e l’accesso alle cure al pari dei loro coetanei dei paesi più sviluppati.
Ogni tre minuti nel mondo un bambino muore di cancro.

Alcuni dati sul cancro infantile in Italia

Il sito del Ministero della Salute aggiorna sui dati relativi al cancro infantile nel nostro Paese.

Ogni anno, si ammalano di tumore (linfomi e tumori solidi) o leucemia oltre 1500 bambini e oltre 900 adolescenti. Si stima che oggi in Italia ci siano più di 44.000 persone che hanno avuto un tumore da bambini e la loro età media è attualmente attorno ai 30 anni.

Grazie ai progressi degli ultimi decenni, circa l’80% dei malati guarisce. Negli ultimi anni si sono raggiunti eccellenti livelli di cura e di guarigione per le leucemie e i linfomi, ma rimangono ancora basse le guarigione per i tumori cerebrali, i neuroblastomi e gli osteosarcomi.

Inoltre, circa il 50% dei farmaci attualmente usati per combattere i tumori pediatrici, che si manifestano in oltre 60 tipi e sottotipi diversi, non è autorizzato per l’uso pediatrico, ed è usato “off label” (senza registrazione pediatrica), adattando ai bambini medicine per adulti.

Negli ultimi 10 anni in Europa, a fronte della sperimentazione di nuovi farmaci anticancro per gli adulti, sono ancora pochissimi quelli studiati per l’età pediatrica.

Le iniziative in Italia per la Giornata contro il cancro infantile

Per la Giornata mondiale contro il cancro infantile la FIAGOP (Federazione italiana associazioni genitori oncoematologia pediatrica, socio fondatore CCI) in collaborazione con l’AIEOP (Associazione Italiana Ematologia Oncologia Pediatrica)  ha messo in campo diverse iniziative fino al 28 febbraio 2021.

15 febbraio 2021- Le federate FIAGOP, insieme a tantissime altre realtà che si riconoscono nella mission, daranno vita alla terza edizione dell’iniziativa green e solidale “Diamo radici alla speranza, piantiamo un melograno”.

Accanto alla messa a dimora dei melograni il programma prevede attività per incentivare il consumo del frutto, simbolo della FIAGOP. La melagrana, formata dall’unione di tanti chicchi, vuole rappresentare l’alleanza terapeutica che si stabilisce tra medici, pazienti, famiglie, e associazioni di genitori nella lotta contro il cancro infantile.

iniziativa melograno
Diamo radici alla speranza – iniziativa Fiagop onlus – immagine da Facebook

Per partecipare da casa, se si ha un giardino oppure un balcone, l’invito è quello di comprare una pianticella di melograno e metterla a dimora, oppure dare vita ad una nuova pianta da una talea di un alberello già a disposizione, seguendo i semplici passaggi illustrati in un tutorial diffuso da Fiagop sui suoi social, insieme a quelli di tante ricette gustose a base di melagrana.

Per tutti l’invito è quello di scattarsi un selfie accanto al proprio alberello oppure fotografare o filmare la propria creazione culinaria per poi condividere il tutto sul social preferito utilizzando gli hashtag #diamoradiciallasperanza #ICCD2021 #iostoconfiagop.

Dal 15 al 28 febbraio 2021 FIAGOP propone la prima edizione dell’iniziativa “TI VOGLIO UNA SACCA DI BENE” per la sensibilizzazione alla donazione di sangue, plasma, piastrine, e alla donazione di midollo osseo.

locandina fiagop
Ti voglio una sacca di bene – immagine da Facebook

L’invito è quello di recarsi presso i centri trasfusionali dei territori di appartenenza ed è rivolto ai volontari delle associazioni coinvolte ma anche a tutta la cittadinanza sensibile al tema. Il donatore è invitato a scattarsi un selfie nel corso della donazione per poi condividerlo sui suoi social, utilizzando gli hashtag #unasaccadibene #iodono #iostoconfiagop.

Per consultare il calendario del programma dettagliato www.giornatamondialecancroinfantile.it.

Leggi anche il nostro articolo sull’individuazione precoce della malattie rare nei bambini

“FIND”, progetto per la diagnosi precoce di alcune malattie rare nei bambini

Redazione

Fonte: Ministero della Sanità

Fonte immagini: pagina Facebook Fiagop Onlus e sito CCI

Pexels, Pixabay, Freepik

©2021 Radio Wellness®

Articoli Correlati

Scroll Up