favorite
Tags
Podcast
Radio
freddo paesaggio innevato

Freddo intenso, 4 regole per difendersi

Condividi

Il freddo può avere diversi effetti sulla nostra salute, in particolare sulle vie respiratorie e sulla circolazione. Le basse temperature possono aumentare il rischio di contrarre malattie legate al freddo e possono influenzare il benessere generale. Ecco alcuni consigli per difendersi dai problemi provocati dalle basse temperature

Uno degli effetti più immediati del freddo è la possibile contrazione di patologie respiratorie come raffreddori, influenza e infezioni alle vie respiratorie superiori. Le basse temperature possono irritare le vie aeree e rendere più difficile per il nostro corpo difendersi dai virus e batteri. Inoltre, le persone con condizioni respiratorie preesistenti come l’asma o la bronchite cronica potrebbero riscontrare un peggioramento dei sintomi durante i periodi di gelo.

Tosse, tra le conseguenze del freddo

Oltre alle patologie respiratorie, il freddo può anche influenzare la circolazione sanguigna. Le basse temperature possono provocare vasocostrizione, cioè la contrazione dei vasi sanguigni, che può portare a un aumento della pressione sanguigna e a un maggiore rischio di coaguli. Inoltre, l’esposizione prolungata alle temperature rigide può causare geloni e ipotermia, che possono danneggiare gravemente la pelle e il corpo.

Il freddo nemico delle mani

Alcune delle patologie causate dal freddo includono:

1. Geloni: si verificano quando la pelle e i tessuti sottostanti si congelano a causa dell’esposizione prolungata al freddo.

I geloni sono lesioni della pelle causate dall’esposizione prolungata al freddo e all’umidità, tipicamente sulle dita delle mani, dei piedi, del naso e delle orecchie. I sintomi includono pelle rossa, gonfia, pruriginosa e dolorosa, talvolta accompagnata da vesciche o formicolio. La nonna potrebbe consigliare di sfregarli con acqua e aceto caldo, applicare strati di lardo sulle zone colpite o immergere le parti affette in una soluzione di acqua e sale calda. Tuttavia, mentre questi rimedi potrebbero offrire un po’ di sollievo temporaneo, la scienza moderna consiglia di adottare misure più sicure ed efficaci.

Quando ci si trova di fronte ai geloni, è fondamentale riscaldare gradualmente la pelle interessata senza applicare calore diretto o strofinare vigorosamente. Utilizzare acqua tiepida, non calda, per lenire la zona colpita e coprirla con indumenti asciutti. Evitare di esporre la pelle colpita a temperature estreme e consultare un medico se i sintomi persistono. Inoltre, indossare abbigliamento adeguato e proteggere le estremità del corpo da scottature eccessive è essenziale per prevenire l’insorgenza dei geloni.

2. Ipotermia: si verifica quando la temperatura corporea scende pericolosamente al di sotto dei livelli normali. L’ipotermia può essere potenzialmente letale se non trattata rapidamente.

Se ci si trova in uno stato di ipotermia è vitale agire prontamente. La nonna potrebbe suggerire di avvolgere la persona colpita in coperte calde, offrire bevande calde o persino somministrare una miscela di liquore per “scaldare il corpo dall’interno”. Tuttavia, è importante evidenziare che queste azioni non rappresentano trattamenti indicati dalla scienza medica.

In caso di ipotermia, è necessario cercare assistenza medica immediata. Nel frattempo, spostare la persona in un luogo caldo, secco e sicuro, e rimuovere gli indumenti bagnati. Riscaldare lentamente la persona con coperte o indumenti asciutti, evitando l’uso di fonti di calore dirette come termocoperte o asciugacapelli, poiché ciò potrebbe provocare danni alla pelle. Se la persona è cosciente e in grado di deglutire in modo sicuro, si può offrire una bevanda dolce e calda, ma mai alcolica.

Geloni e ipotermia, i rischi del freddo

3. Congelamento: si verifica quando parti del corpo come le dita, le mani o i piedi vengono esposte al gelo estremo per un lungo periodo, causando danni ai tessuti e alla circolazione sanguigna.

Per difendersi dalle patologie legate al freddo, è importante adottare alcune misure preventive, come:

– Indossare abiti adeguati: vestirsi a strati e indossare tessuti isolanti può aiutare a mantenere il corpo caldo e a proteggere la pelle dall’esposizione alle basse temperature.

– Coprirsi bene: utilizzare cappelli, sciarpe, guanti e calzature adatte può aiutare a proteggere le parti del corpo più esposte al freddo e prevenire geloni e ipotermia.

Sciarpa e berretto contro il freddo

– Evitare l’esposizione prolungata: ridurre al minimo il tempo trascorso all’aperto durante le giornate particolarmente fredde può limitare il rischio di danni da freddo.

– Mantenere una corretta idratazione e alimentazione: bere abbondante acqua e consumare cibi nutrienti può aiutare a mantenere il corpo sano e resistente alle condizioni climatiche avverse.

Inoltre, è fondamentale prestare particolare attenzione alle persone più vulnerabili, come i bambini, gli anziani e coloro che soffrono di condizioni mediche preesistenti. Assicurarsi che abbiano accesso a luoghi riscaldati e che indossino abiti adeguati può contribuire a proteggerli dai rischi legati alle temperature fredde.

Il freddo può rappresentare un rischio significativo per la nostra salute, in particolare per le vie respiratorie e la circolazione sanguigna. È importante adottare misure preventive e proteggere il corpo dall’esposizione prolungata alle temperature rigide per evitarne i potenziali effetti dannosi.

Mantenere un adeguato livello di consapevolezza e adottare uno stile di vita sano possono contribuire a ridurre i rischi legati al gelo e a mantenere la salute e il benessere generale.

Info utili: Ministero della Salute