favorite
Tags
Podcast
Radio
dengue

Dengue, 2 milioni di casi in Brasile, allerta anche in Italia

Condividi

Dengue, in Brasile i casi accertati sono oltre 2 milioni, allerta anche in Italia per il possible arrivo di casi. Ne abbiano parlato con l’esperto

Anche in Italia scattano i protocolli per il possibile arrivo di casi di dengue dal Sudamerica. In Brasile infatti i casi di infezione hanno raggiunto i 2 milioni. Per chi è diretto nei paesi del Sudamerica niente allarmismi ma è bene osservare alcune precauzioni.

Segui il podcast con l’intervista al dott. Roberto Parrella, Direttore UOC Malattie infettive ad indirizzo respiratorio presso l’Ospedale Cotugno di Napoli, Presidente SIMIT Società Italiana di Malattie Infettive e tropicali.

La dengue è una malattia virale trasmessa da zanzare del genere Aedes infettate dal virus Dengue (DENV), di cui esistono quattro diversi sierotipi (DEN-1, DEN-2, DEN-3 e DEN-4).

Si tratta di una malattia infettiva ampiamente diffusa nelle regioni tropicali/sub tropicali, in grado di determinare la comparsa di focolai epidemici anche in Europa Continentale, nelle aree in cui il vettore è presente e attivo.

Sebbene nella maggior parte dei casi l’infezione si presenti in forma asintomatica oppure come malattia febbrile autolimitante, sono state descritte forme gravi, talora con esito fatale.

Ad oggi è considerata in tutto il mondo la più importante malattia virale trasmessa da zanzare all’uomo, con un numero di casi aumentato notevolmente negli ultimi decenni.

È endemica in oltre 100 paesi (Africa, America, Sud e Sud Est Asiatico, Pacifico occidentale) e casi di importazione associati a viaggi sono frequentemente riportati in Europa. 

Leggi anche il nostro articolo sulla Giornata mondiale delle malattie tropicali