favorite
Tags
Podcast
Radio
Emily Marie Dardiz Farmaconsulenze

Counselor in farmacia: 3 prospettive per il benessere di farmacista e paziente

Condividi

In che modo i counselor possono assistere i farmacisti nel creare un ambiente accogliente e inclusivo? È possibile ampliare i servizi offerti dalla farmacia e mettere il paziente al centro delle attività? Emily Marie Dardiz, farmacista consulente di Farmaconsulenze, ci aiuta a rispondere a queste domande fornendo alcuni approfondimenti preziosi

Il numero di farmacie ogni mille abitanti è uno degli indicatori della macrocategoria “Ambiente e servizi” presa in considerazione per stabilire la classifica delle città italiane in cui si vive meglio (Sole 24 ore).

Secondo Emily Marie Dardiz ciò suggerisce un crescente interesse delle persone per la qualità della vita, un concetto sempre più complesso che va oltre la semplice assenza di malattie. La farmacia, da sempre associata alla ricerca del benessere, si trova ora ad affrontare questa nuova attenzione dei clienti. Ma come può distinguersi? Le farmacie che collaborano con professionisti specializzati offrono risposte personalizzate e complete alle crescenti esigenze dei clienti, adattandosi al contesto contemporaneo di attenzione alla salute e al benessere.

1. Una risposta completa a un’esigenza nuova:

L’evolversi dei bisogni porta alla necessità di coinvolgere alcune figure professionali per soddisfare le richieste emergenti. Il Counselor, esperto nel miglioramento delle relazioni interpersonali, si integra in modo efficace con le attuali tendenze legate al benessere. Il suo ruolo si concentra sulla promozione e l’incoraggiamento di stili di vita sani, all’interno di un contesto vasto che riguarda tutti gli aspetti del benessere.

La collaborazione con i counselor consente alle farmacie di arricchire la gamma dei servizi offerti, andando oltre la mera fornitura di farmaci. Questo consente loro di diventare punti di riferimento per una vasta gamma di esigenze legate alla salute, migliorando così la soddisfazione delle persone e aumentando la fedeltà dei clienti.

counselor
Counselor in farmacia

2. Approccio totale alla salute:

Come ben noto, i clienti si presentano sempre più consapevoli: sono informati e attenti ad aspetti che influenzano la loro qualità di vita. Gestire le emozioni, ridurre lo stress e raggiungere gli obiettivi sono solo alcune delle aree su cui le persone concentrano la loro attenzione per il proprio benessere.

Collaborare con professionisti specializzati in questi specifici ambiti consente una migliore comprensione delle esigenze e dei desideri individuali dei clienti. Le farmacie possono quindi sviluppare programmi di salute personalizzati, offerte promozionali mirate e programmi di fidelizzazione più efficaci.

Inoltre, la collaborazione con counselor professionisti consente di affrontare direttamente tutti quei temi portati dai clienti in farmacia, ma che altrimenti sarebbero gestiti altrove se l’offerta non soddisfacesse tali esigenze. Pertanto, come anticipato all’inizio di questo articolo, la farmacia diventa un’opportunità per migliorare il benessere in modo completo.

counselor
Collaborazione con counselor

3. Migliorare l’esperienza del cliente:

In un contesto di concorrenza sempre più serrata, è fondamentale chiedersi: perché il cliente dovrebbe scegliere di tornare nella nostra farmacia? Quali sono i motivi che lo spingono a preferirci di nuovo?

L’esperienza complessiva del cliente è determinante nel decidere se tornare o fermarsi alla prima farmacia disponibile. La qualità della relazione è al centro delle preferenze dei clienti. Essere ascoltati in modo autentico non solo aumenta la soddisfazione del cliente, ma può anche generare un passaparola positivo e favorire la fidelizzazione.

Secondo Carl Rogers, un elemento chiave è mettere la persona al centro dell’interazione. Per garantire un’esperienza positiva che invogli il cliente a tornare ripetutamente, è essenziale sviluppare una relazione solida e offrire una rete di servizi centrati sulla persona. Solo così la genuinità del servizio, delle vendite e della fidelizzazione sarà basata su fondamenta solide e non su mode temporanee o tattiche relazionali superficiali.

La collaborazione con un esperto delle relazioni, come il Counselor, consente alle farmacie di ampliare il proprio network professionale, garantendo un servizio più completo ed efficace.

counselor
Relazione tra farmacista e paziente

Riflessioni finali

È possibile rispondere in modo completo alle crescenti e consapevoli esigenze dei clienti, ampliando il benessere come risposta a un bisogno sempre più diffuso. Come?

Grazie alla collaborazione tra le farmacie e professionisti specializzati nelle relazioni interpersonali, come il Counselor. Ciò comporta una serie di benefici tangibili, tra cui un’espansione dei servizi offerti, la personalizzazione delle proposte, un approccio centrato sul cliente e un miglioramento complessivo dell’esperienza del cliente. Questa sinergia favorisce anche il passaparola positivo e la fidelizzazione dei clienti. Le farmacie che abbracciano questa tendenza emergente si trovano in una posizione unica per soddisfare le mutevoli esigenze dei propri clienti e distinguersi in un settore sempre più competitivo.

Farmaconsulenze festeggia il suo primo anno di attività partecipando al Cosmofarma Exhibition 2024 a Bologna dal 19 al 21 aprile 2024. Sarà presente all’interno dell’Area Digital, dove riserverà molte sorprese per i visitatori e proporrà un programma davvero imperdibile! Ogni giorno saranno offerte attività interattive coinvolgenti per regalare esperienze uniche e utili per il lavoro del farmacista. Il focus principale della manifestazione sarà il Valore Umano, in perfetta sintonia con i punti di forza della community di Farmaconsulenze. Per maggiori informazioni, si può visitare il sito www.farmaconsulenze.it o inviare una mail a info@farmaconsulenze.com.

Leggi anche il nostro articolo “Farmacia: il decreto Semplificazioni, tutti i vantaggi per il cittadino”