favorite
Tags
Podcast
Radio
Città della Speranza

Città della Speranza, il nuovo presidente e gli obiettivi della Fondazione

Condividi

Da 30 anni La Città della Speranza di Padova si occupa della cura e della ricerca delle malattie pediatriche. Un punto di riferimento d’eccellenza nel panorama sanitario nazionale ed europeo che nei giorno scorsi ha salutato il suo nuovo Presidente. Che anticipa gli obiettivi: far uscire il nome della Città della Speranza dai confini regionali e realizzare la seconda Torre della Ricerca

Città della Speranza, un faro per tante famiglie

«Prima di tutto – ha salutato il nuovo Presidente Dottor Giovanni Paolino – desidero esprimere la mia riconoscenza al fondatore Franco Masello e al Consiglio tutto per aver sostenuto la mia nomina a Presidente di questa Fondazione che davvero rappresenta un punto di riferimento a livello veneto, ma anche nazionale, per la ricerca sulle malattie oncologiche pediatriche. Un mio grazie sentito va anche ad Andrea Camporese Past President e a quanti mi hanno preceduto in questa carica.

Città della Speranza, un faro per le famiglie dei piccoli malati

Nei prossimi tre anni di durata del mio mandato ovviamente seguirò la strada tracciata dai miei predecessori: sostenere con il maggior impegno possibile ogni attività della Fondazione a supporto della ricerca che ha già raggiunto importantissimi traguardi nella lotta a queste patologie pediatriche ma che non si deve fermare per portare ancor più possibilità di guarigione grazie a cure innovative ed efficaci.

Un altro ringraziamento che mi sento di esprimere va ai volontari che da trent’anni quotidianamente – proprio il prossimo 16 dicembre, infatti festeggeremo questo importante anniversario – si spendono con energia, cuore sincero e impegno per promuovere ogni nostra attività: loro sono davvero il nostro Cuore e la nostra Anima. Senza di loro non saremmo certamente giunti a questi nostri risultati. Assieme ai ricercatori, i volontari sono la nostra ricchezza.»

Gli impegni per il 2024: la nuova Torre, il Trentennale, l’ampliamento del Day Hospital nella Clinica pediatrica dell’Azienda Ospedaliera

«Tra gli impegni più vicini che ci attendono – prosegue il Presidente Giovanni Paolino –, vi confermo la costruzione della seconda Torre: il terreno è già stato acquisito e si sta lavorando sull’idea di un progetto modulare che consenta in tempi relativamente brevi di approntare una nuova sede di ricerca, così da poter accogliere un maggior numero di ricercatori che si andranno ad aggiungere ai circa 220 presenti già oggi.

Un altro importante anniversario, per il quale ci impegneremo durante tutto quest’anno, è appunto come ho già ricordato, quello della celebrazione del Trentennale della Fondazione, il prossimo 16 dicembre. Cercheremo di arrivare a questa data con ancora migliori risultati e sono certo che riusciremo a raggiungere ancora nuovi traguardi.

Da ultimo, ma non meno importante, porteremo avanti il nostro impegno accanto alle famiglie dei piccoli pazienti attualmente ricoverati nella Clinica Pediatrica della Azienda Ospedaliera di Padova: con il prossimo trasferimento del reparto nella nuova Pediatria, come Fondazione ci impegneremo affinché i locali del vecchio reparto dismesso vengano riallestiti così da implementare la recettività dell’attuale reparto Day Hospital.»

Fonte: ufficio stampa Fondazione Città della Speranza

Leggi anche il nostro articolo sulla polmonite pediatrica