Di Più!

L'App

Google News App

2023, Giornata Mondiale per l’igiene delle mani. Un gesto essenziale contro le infezioni

Il 5 maggio si celebra la Giornata Mondiale per l’Igiene delle Mani promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Lo slogan e il tema di quest’anno è “Salva vite: igienizza le mani” (SAVE LIVES: clean your hands)

L’obiettivo di questa giornata è ricordare l’importanza di questo gesto semplice ma essenziale per la prevenzione delle malattie infettive, in comunità e nelle strutture di assistenza e cura.

L’igiene delle mani è una procedura semplice, veloce e costa poco ma fondamentale soprattutto in ambito sanitario, poichè se fatta nel modo corretto salva milioni di vite ogni anno. Per questo motivo, dal 2009 , ogni 5 maggio, si accende la campagna dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Lo slogan, il tema di quest’anno, è “Salva vite: igienizza le mani” (SAVE LIVES: clean your hands) che si pone come obiettivo tenere i riflettori accesi sull’igiene delle mani e incoraggiare l’impegno delle persone nel sostegno di questa procedura.

La buona pratica di igienizzare le mani è “esplosa” durante l’emergenza da Covid-19, una buona pratica che pare – fortunatamente – non essere stata dimenticata. É fondamentale lavarsi correttamente le mani a casa, nei luoghi di cura (ospedali ecc.) in comunità, per evitare il contagio, ridurre la trasmissione del virus.

Come igienizzare le mani: istruzioni per l’uso

In ambito assistenziale e in comunità, ognuno di noi dovrebbe lavarsi le mani correttamente, con acqua e sapone per almeno 40-60 secondi, oppure igienizzarle con soluzione idroalcolica per almeno 20-30 secondi (fonte WHO). Questa procedura impedisce la trasmissione dei microrganismi responsabili di molte malattie infettive: l’influenza e il raffreddore in primis ma anche quelle più severe.

Applicare il sapone su entrambi i palmi delle mani e strofina sul dorso, tra le dita e nello spazio al di sotto delle unghie (dove si annidano più facilmente i germi) per almeno 40-60 secondi. Risciacqua abbondantemente con acqua corrente.

igienizzare le mani, fondamentale contro le infezioni
Pixabay/ Come lavare bene le mani

Quando igienizzare le mani?

Prima di assumere farmaci o somministrare farmaci ad altri; di toccarsi occhi/naso/bocca e di mangiare. Prima e dopo l’assistenza di una persona malata o aver medicato o toccato una ferita; aver cambiato il pannolino di un bambino; maneggiato alimenti, soprattutto se crudi; aver usato i servizi igienici; aver toccato un animale. Dopo aver frequentato luoghi pubblici e in generale, appena si rientra in casa; dopo aver maneggiato spazzatura e soldi.

Igiene delle mani: i 5 momenti indicati dall’OMS (fonte OMS)

L’igiene delle mani negli ambienti assistenziali

L’igiene delle mani svolge un ruolo fondamentale per la nostra salute e quella delle altre persone, soprattutto negli ambienti assistenziali. Le infezioni collegate all’assistenza sono, infatti, un problema globale che colpisce circa il 7-10% dei pazienti, a seconda del Paese. In Italia, si stima che il 5-8% dei pazienti ricoverati contrae un’infezione ospedaliera (fonte Istituto Superiore di Sanità). Non sono così scontate le infezioni correlate all’assistenza, ma si calcola che almeno la metà potrebbero essere evitate.

L’igiene delle mani deve essere eseguita nei  5 momenti indicati dall’OMS, in cui si presta assistenza o cura:

Prima di toccare il paziente, di operare procedure asettiche/pulite. Dopo l’esposizione o il rischio di esposizione a fluidi corporei, dopo aver toccato il paziente e  l’ambiente circostante il paziente.

visita pediatrica
Si consiglia l’igiene delle mani prima e dopo aver visitato il paziente